Si assottiglia sempre di più il corpo degli insegnanti

Si assottiglia sempre piu’ il Corpo degli Insegnanti autoctoni

ALTRI TRE PENSIONAMENTI DI MAESTRE ELEMENTARI

 

News 24117, Pantelleria 24/05/2019

Il termine autoctono (dal greco autòs stesso, e chthòn suolo/terra) indica l’appartenenza di qualcosa o qualcuno ad un luogo e sottolinea che è nativo della località in cui vive e lavora.

E’ sicuramente un valore aggiunto, per un Docente, il fatto di conoscere da sempre l’ambiente e gli abitanti i cui figli siedono sui banchi della Scuola in cui viene svolto il proprio lavoro didattico-educativo.

Pantelleria, come prima Istituzione Scolastica Superiore, ha esordito con un corso di “Magistrale” che da sez. staccata del “Rosina Salvo” di Trapani, si è nel tempo trasformata in un Istituto autonomo denominato “V.Almanza” con sede definitiva in via Napoli.

E’ ovvio che parecchi Ragazzi e soprattutto Ragazze dell’Isola, con convinzione od obtorto collo, abbiano in quegli anni conseguito il “Diploma Magistrale” che tra l’altro consentiva un quasi immediato inserimento nel mondo dell’Insegnamento sia Infantile che Elementare.

Fino agli Anni 2010, circa, l’organico del Corpo Docente della Scuola dell’Infanzia e della Scuola Primaria di 1° grado, è quindi stato quasi interamente costituito da Insegnanti residenti sull’Isola sia come Docenti comuni sia come Docenti di sostegno.

 Ma il tempo passa (e purtroppo anche velocemente) e dopo una vita spesa tra i banchi di scuola, giunge il momento del meritato riposo, da tutti più o meno atteso ma certamente molto gradito.

Ieri, 22 maggio 2019, è stata la volta di tre “pilastri” nel campo dell’insegnamento offerto nelle aule della sede del Circolo Didattico Statale “A. D’Aietti” di c.so Umberto I, al Capoluogo e precisamente: Maria Candullo, Anna Pavia e Rosetta Ferreri (nella foto assieme alla Dirigente Francesca Accardo e alla Collaboratrice Vicaria Doris Accardi.

Il sottoscritto ha avuto modo, per 8 lunghi anni, di conoscere e seguire da vicino e quotidianamente l’operato di queste tre valenti maestre, professionalmente preparate e umanamente di esempio per tutti.

Puntuali e sempre presenti sul luogo di lavoro; pronte a dare consigli e disponibilità alle colleghe; rispettose delle regole scolastiche che hanno in ogni occasione coniugato con le esigenze degli Alunni/e e le attese delle Famiglie con le quali hanno mantenuto, negli anni, corretti rapporti di rispetto e di equilibrata aspettativa sia in campo educativo che didattico.

Nel prossimo a.s. (anno scolastico) 2019-2020, i pensionamenti previsti saranno 7, sempre di Insegnanti Panteschi: a questo punto verrà raggiuta la soglia fatidica del “sorpasso” cioè il Corpo Docente nel Circolo, sarà composto da più gli Insegnanti che verranno da fuori Isola che da quelli residenti. (con crescenti naturali e inevitabili difficoltà di gestione del servizio).

Per il momento, comunque, auguriamo alle tre Maestre neo-pensionate, un meritato e sereno riposo, accompagnato da tanta salute e interesse per la vita.

L’ex dirigente scolastico  

Sergio Minoli

 

I commenti sono chiusi.